CATEGORIE:
Psicologia
Lavoro
Studio
Coaching

Riconquistare un ex

Perché mi ha lasciato?

Quando finisce un amore ci si perde in domande fuorvianti come il voler a tutti i costi trovare un colpevole della fine del nostro amore. “Perché il nostro amore è finito?” Ed è così che sapere il perché è finito il nostro amore diventa più importante di ragionare sul come è finito e su cosa potrei fare per migliorare le cose. Quando finisce un amore ci si accanisce a cercare il perché, si scava nel profondo e spesso non si cava un ragno dal buco, anzi, si finisce per accomodarsi in quel buco di desolazione e restarci.
“Sarà colpa delle mie esperienze infantili, sarà colpa dei miei genitori, sarà colpa dei nostri amici” ecc. Ecco sarà colpa, quel sarà colpa, quel cercare un colpevole ti fa proprio perdere il focus della situazione e magari ti fa perdere tempo prezioso che potresti spendere meglio tentando di recuperare ciò che hai perso.

Cosa fare quando finisce un amore?

Una volta compreso che trovare i “colpevoli” non ti farà riavere ciò che hai perso, cosa puoi fare quando finisce un amore? Sarebbe opportuno dare spazio al dolore che stai vivendo, lasciarti andare, lasciar libero quel dolore di uscire. Si ma attenzione, quando dico di lasciar libero il tuo dolore parlo in privata sede, o con l’aiuto di qualcuno, ma mai e poi mai prendere il tuo ex ed iniziare a tormentarlo, per esempio chiedendogli: “Perché il nostro amore è finito?”.
Diciamocelo, uno tra i tentativi di recupero più frequenti che osservo è proprio quello di tornare dal proprio ex partner e tediarlo chiedendogli come mai, perché, inondandolo di emozioni e sensazioni negative. Quando finisce un amore si cercano ragionevolmente spiegazioni, senza una spiegazione non ci diamo pace, ma ora mettiti nei panni del tuo ex. Se ti ha lasciato ci sarà sicuramente una motivazione che ti avrà più o meno dato, sicuramente possiamo dire che con te non provava più certe emozioni piacevoli o forti, e se tu continui ad implorarlo di dirti il perché, il per come e di darti una possibilità, secondo te gli stai dando emozioni piacevoli o spiacevoli? Sii consapevole che quando implori una spiegazione o di essere ripreso perché “non accetto che il nostro amore sia finito” con molta probabilità lo stai allontanando da te.
Quindi, cosa fare quando finisce un amore? Smettere subito di assillare il tuo ex, di implorarlo e pregarlo, ciò che per prima cosa devi assolutamente fare è occuparti di te stesso e poi riprovare con lui/lei.

Che fare se ti ha lasciato?

Come dicevamo poco fa, se mi ha lasciato, sicuramente ci saranno delle motivazioni, ma non è tediando il mio ex che recupererò il mio rapporto. Per prima cosa quindi dovrei lavorare su di me, sul riprendere in mano il mio concetto di amore, non solo verso l’altro ma anche verso me stesso. Se ti ha lasciato quindi è arrivata l’ora di lavorare su te stesso. E non ti sto dicendo di dimenticarti del tuo ex, se vuoi recuperare il rapporto, ma di lavorare su te stesso. Tutto, infatti, in ogni caso parte da te, sia che tu voglia uscire da questa situazione, sia che tu voglia riprovare a recuperare il tuo ex. Se ti ha lasciato ci saranno degli aspetti su cui dovrai lavorare e ragionare. Ma ora la persona di cui ti devi occupare e che devi imparare ad amare per poter tornare ad amare sei te stesso. Impariamo quindi a volerci bene per poter voler bene.

Come si ama una persona?

Come direbbe Milton Erickson esistono principalmente 4 forme di amore: l’amore infantile, l’amore adolescente, l’amore adulto e l’amore maturo.
Parliamo di amore infantile quando ci concentriamo su noi stessi, amiamo solo noi stessi e vediamo solo noi stessi, questo tipo di amore si evolve un pochino quando iniziamo ad amare ciò che noi siamo negli altri. Quindi c’è un concetto di possesso e identificazione: “ti amo perché fai parte di me, sei mio, ad esempio mia madre, mio padre o mia sorella” ecc. L’amore diventa adolescente quando ci piace ciò che l’altro ci fa provare, le sensazioni le emozioni forti, il divertimento: “ti amo perché mi piace partecipare al divertimento e alla spensieratezza che mi fai provare”. Piano piano l’amore si fa adulto e si desidera avere cura, prendersi carico di qualcuno, si desidera essere presenti, esserci, si ha voglia di vedere l’altro felice. Come a dire: “più tu sarai felice, più io sarò felice”.  In questo modo si approda all’amore maturo, ossia l’esser capaci di provare piacere vedendo il proprio partner provare piacere. Ad esempio, vedi il tuo partner che si interessa di cose per te assurde ma vedere che ciò lo rende felice e entusiasta ti rende entusiasta.

Inizia da te

Ora che abbiamo chiarito che cercare i colpevoli della vostra separazione non è utile ma fuorviante, che ci siamo detti che implorare il tuo ex di darti spiegazioni equivale a perderlo definitivamente, ora che abbiamo capito che devi iniziare ad amare e ad amarti cerchiamo di capire come unire questi concetti insieme.
Ogni rapporto amoroso, sia con me stesso che con gli altri, richiede la presenza equilibrata delle 4 forme d’amore che ho citato sopra, senza eccessi di alcune componenti sulle altre. Domandati quindi se la tua relazione aveva al suo interno quelle 4 forme d’amore di cui ti ho parlato o se una delle 4 prevaleva, e lavoraci.
Prova ora a pensare a cosa della vostra coppia non andava e non ti piaceva, chiediti se quel problema può essere risolvibile, ti rimando all’articolo dove ne parlo, o se tornando insieme la situazione tornerebbe la medesima.
Domandati quali sono gli aspetti positivi che puoi trarre da questa situazione, lo so ti sembrerà strano questo, ma tutte le situazioni anche quelle negative hanno da insegnarci qualcosa di molto prezioso. Per esempio, potrei aver capito che come persona mi annullavo nella coppia, e invece di promettere al mio ex che non lo farò più, prendo questo momento come un’opportunità per lavorare sulla mia persona e sull’affermare il mio valore, il mio essere e smettere di annullarmi come persona. La stessa cosa se per esempio ero possessiva, aggressiva, depressa, troppo ossessiva ecc.
Inizia da te, parti dal lavorare su te stesso, inizia da te per rialzarti e renderti una persona migliore proprio a fronte di ciò che ti è accaduto.
Inizia da te anche se vuoi recuperare la tua relazione, e ricordati di evitare di implorare spiegazioni e di pregare il tuo ex di tornare con te, quello significherebbe tutto tranne che iniziare da te.
In bocca al lupo!

Come stai…

Sai chiederlo con interesse?

Come si ama?

Eccociiii ed ecco per voi #ilbuongiornodellunedì in formato audio...Come…

Come gestire la concentrazione

In che modo i dispositivi elettronici possono essere utili?