Autostima e Lavoro

Lavoro e Relazioni

Mettiamo caso che Luisa sia la datrice di lavoro di lavoroMichela.
Ogniqualvolta si presenta l’occasione, Luisa riprende Michela per il suo operato facendo chiaramente passare il messaggio che: Michela sia una persona con evidenti difficoltà e non all’altezza delle sue mansioni.

Quali saranno le azioni reiterate future di Luisa? agire come se difronte a se avesse una persona problematica..
Quali saranno le reazioni di Michela? probabilmente rabbia e sconforto.
Quali saranno le reazioni di entrambe? sfiducia verso l’altra, rabbia, mancata piacevolezza nello svolgimento del lavoro ecc..

Luisa e Michela in questa relazione influenzano vicendevolmente la propria autostima. Purtroppo in negativo! Così facendo infatti non otterranno risultati ottimali, sia dal punto di vista lavorativo che dal punto di vista psicologico.

Se Luisa provasse a pensare che Michela è capace di svolgere il suo lavoro, solo che in questo momento e con questo metodo fa fatica come si comporterebbe? inveirebbe ancora su Michela o proverebbe a cercare altre strade?
Se Michela iniziasse a pensare che Luisa non si alza ogni giorno con in testa la volontà di infastidirla? forse anche lei penserebbe a strade alternative per accontentare le richieste della sua datrice di lavoro e potrebbe già essere un passo in avanti..

Ricordiamoci che quando decidiamo che una persona è così come la crediamo ci comportiamo proprio come se quella persona fosse ciò che crediamo ottenendo proprio ciò che ci aspettavamo .. e questa si chiama “Profezia che si autoavvera!”

Sono sicura che se entrambe cercassero altre strade ne gioverebbero e anche la loro autostima godrebbe mi miglior salute!