5 Strategie per ridurre il dubbio che ti ossessiona

  • -

5 Strategie per ridurre il dubbio che ti ossessiona

Dubbio e Pensiero Ossessivo

Quando pensare troppo diventa invalidante e limitante: Patologia del Dubbio


Dubitare di per se è funzionale alla sopravvivenza perché permette di valutare e di selezionare con attenzione la realtà che ci circonda. Quando però l’insicurezza va alla ricerca della sicurezza dubitare diventa quasi un’ossessione.

Non vi è dubbio poi che il dubbio perseguiti sempre le persone più intelligenti. Come possiamo vedere anche il letterato Tolstoj affermava:
“Il mio peccato principale è il dubbio. Io dubito di tutto e mi trovo sempre nel dubbio.”
Dubbio
Il dubbio diventa quindi un problema, e potremmo dire in gergo “patologico”, quando il pensiero ossessivo rende la persona schiava del suo stesso pensiero. Il ragionamento costante, infatti, è in grado di generare un meccanismo tortuoso della domanda che genera una risposta che a sua volta genera la domanda.
Il problema quindi diventa il dare delle risposte a delle domande che non possono avere risposte certe.

Il continuo ragionare a volte arriva ad inibire qualsiasi azione come uscire, parlare ecc.
Il problema, quindi, è degno di nota ma la buona notizia è che può essere risolto.

Prova a mettere in pratica queste 5 strategie per allentare i tuoi dubbi:

  1. Pensa il dubbio che ti sta pensando.
    Spesso quando un pensiero diventa ossessivo si cerca di scacciarlo in continuazione. Il risultato? Alla fine a conti fatti avremo pensato non una ma ben due volte con il doppio dello sforzo e della sofferenza!
    Quindi, piuttosto che cercare di non dubitare e di scacciare i pensieri esercitati a portarli alla mente. Otterrai il controllo sul tuo pensiero e non sarà più lui a governarti!
  2. Visto che dubitare è la tua specialità ma anche darti risposte lo è, pensa pure ma non rispondere!
    Secondo te è davvero possibile dare sempre risposte logiche e razionali a domande che spesso sono prettamente emotive?
    Abbiamo, infatti, la tendenza a iper-razionalizzare e quindi a dare risposte razionali anche a domande dall’alto carico emotivo. Purtroppo però rispondere in modo logico a domande non logiche altro non farà che farti sorgere altre domande. Prova a pensarci e prova a non rispondere a queste domande!
  3. Parla un pò meno con gli altri dei tuoi costanti dubbi
    Spesso quando abbiamo delle preoccupazioni tendiamo a parlarne con le persone care e finché se ne parla ogni tanto non può altro che farci bene ma quando il discorso principale di ogni giorno diventa il dubbio o i dubbi rischiamo di far aumentare le nostre preoccupazioni. Lì per lì infatti ci sentiamo meglio ma dopo il dubbio rimane a talvolta aumenta. D’altronde se l’altro ci ascolta sempre forse vuol dire che c’è davvero qualcosa di cui dubitare!
  4. Ricorda che il passato è passato e non si può cambiare
    Per definizione ciò che è passato è fuori dal nostro controllo quindi evita di darti risposte a domande rivolte al passato, il passato è passato e il dono di viaggiare nel tempo non ce l’hai.
  5. Allo stesso modo il futuro è il futuro e non si può prevedere con sicurezza
    Anche qui, ok organizzarsi, va bene essere pronti ma non si sarà mai pronti se ci si fa costantemente bloccare dai dubbi! Perciò lascia pure che la domanda inerente a possibili scenari futuri bussi alla tua porta ma prova a non darle risposta perché il dubbio non è mai sazio e in risposta alla tua risposta ti porgerà arrogantemente un’altra domanda!Diceva Hawthorne: ” Dai principi si deduce una probabilità, ma il vero o una certezza si ottengono solo dai fatti!”

 

Prenota un appuntamento